Indennità una tantum lavoratori part-time ciclico verticale: indicazioni INPS

L'indennità pari a 550 euro per il 2022 era stata prevista nel decreto Aiuti (decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50) e i destinatari sono i lavoratori privati

Data di pubblicazione:
17 Ottobre 2022
Indennità una tantum lavoratori part-time ciclico verticale: indicazioni INPS

Con la circolare 115/2022, l'INPS fornisce indicazioni per il riconoscimento dell'indennità una tantum a favore dei lavoratori part-time ciclico verticale.

L'indennità pari a 550 euro per il 2022 era stata prevista nel DL Aiuti (decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50).

Destinatari della misura sono i lavoratori dipendenti di aziende private, già titolari nel 2021 di un contratto di lavoro a tempo parziale ciclico verticale caratterizzato da periodi non interamente lavorati di almeno un mese. Può accedere alla prestazione il lavoratore che, in forza del suddetto contratto, nell'alternanza dei periodi di lavoro e non lavoro possa fare valere un periodo continuativo di non lavoro di almeno 4 settimane (per gli assicurati del Fondo Pensioni Lavoratori Dello Spettacolo il periodo sarà parametrato in giornate).

Ai fini del riconoscimento dell'indennità, il lavoratore non deve essere titolare di altro rapporto di lavoro dipendente, di trattamento pensionistico diretto o di Naspi, ancorché sospesa. Gli interessati potranno presentare domanda telematicamente sul sito ufficiale INPS, entro il 30 novembre 2022. In alternativa è possibile inviare la propria richiesta tramite il servizio INPS di Contact Center Multicanale. Inoltre si ricorda che è possibile presentare domanda anche attraverso gli istituti di patronato.

Fonte: Omnia del Sindaco


Ultimo aggiornamento

Venerdi 25 Novembre 2022